Seguimi sui Social

Lettori fissi

giovedì 31 maggio 2018

IL NOSTRO VIAGGIO INIZIA CON UNA STORIA DI... VIAGGIO

Ogni vita a suo modo è straordinaria, ma alcune vite sono molto più straordinarie di altre. Certo, non capita tutti i giorni di incontrarne, ma quando ti imbatti in una di loro la riconosci subito.

Io finora ho avuto la fortuna di conoscere due persone dalla vita veramente straordinaria, che con doti fuori dal comune hanno saputo seminarla e farla sbocciare in tante altre vite. Solitamente è difficile star loro vicino, perché, trascinate dal loro spirito irrequieto, sono sempre pronte a lasciare la vita che stanno vivendo per lanciarsi nella prossima, spesso non senza dolore loro e soprattutto degli altri, ma questo permette loro di vivere tanto di più di una vita sola, un po’ come succede a noi gente comune che amiamo leggere tanti libri per sentirci trasportati in nuove situazioni ed emozioni senza muoverci da casa nè toglierci le ciabatte.

Una delle mie due persone dalla vita straordinaria si chiama chiama Remigio Starz  e finalmente ha deciso di metterla nero su bianco. È questa l’espressione giusta, perché la sta raccontando in tre libri: il primo praticamente già introvabile, il secondo appena uscito e il terzo in fase di stesura, quello definitivo, in cui sta raccontando per intero la sua vita.

Il libro "Amori degli oceani" di Remigio Starz e la collanina in oro rosa con il ciondolo a cuoricino che mi regalò per la comunione
Remigio non è uno scrittore, ma un Robinson Crusoe contemporaneo che ha qualcosa di significativo da raccontare. La storia di Remigio è lunga e ricca di colpi di scena, ma io non ve la racconterò perché non ho intenzione di spoilerare i libri.
Vi anticipo solamente che è nato da una famiglia povera istriana di contadini ottant’anni fa, e da quel momento ha rischiato la vita praticamente ogni giorno. Ha fatto tanta strada, in senso fisico e metaforico, e gli auguro di farne ancora tantissima, perché ha ancora tanto da raccontare e farsi raccontare dal mondo. Si è sacrificato ed ha rincorso con tutte le sue forze una vita migliore di quella che gli si era prospettata, ha scalato la sua montagna, raggiunto la vetta e piantato la bandierina, riuscendo ad affermarsi come desiderava, realizzando importanti obiettivi e venendo a contatto con situazioni inimmaginabili.
Dopo una vita incredibile, alla soglia dei settant’anni, il suo spirito indomito gli suggerisce che le grandi sfide non sono ancora finite per lui, che la sedia a dondolo può aspettare. Così lascia la sua vita ancora una volta, prende la patente nautica, compra una barca a vela molto tecnologica, che da ora in avanti sarà la sua casa galleggiante, e parte da solo alla volta di terre lontane, deciso a girare il mondo, per un’avventura davvero romantica quanto pericolosa.
Dopo dieci anni e 840.000 miglia percorse non senza fare i conti con la leggendaria furia dei mari del Sud, la sua barca Arcadia lo porta dalla Polinesia alla Nuova Zelanda, dall’ Australia all’Africa del Sud ai Caraibi, e in molti altri paradisi. Il viaggio non è ancora terminato.

Io sto cercando un regista che possa raccontare per intero la sua incredibile storia, prima che i suoi viaggi lo spingano troppo lontano. Nel frattempo spero che in molti leggiate il suo libro “Amori degli Oceani”, in cui racconta i suoi dieci anni di navigazione, già vincitore dei premi “Premio Michelangelo Buonarroti 2017”, “Premio della Critica” e “Premio Letterario Milano International 2017”, disponibile nelle librerie e su tutte le piattaforme digitali. Ad esempio lo trovate a questi link:








- Libreria Universitaria - "Amori degli oceani"


Nella foto potete ammirarne la copertina, e la collanina che mi regalò per la mia prima comunione, praticamente un reperto storico.

Ti voglio bene Remi.

Ricordate di seguirmi sempre sul 

Blog di Giuwely Jewel 💎💍

(per restare aggiornati sui nuovi articoli cliccare
su "Segui" ad inizio blog)







Nessun commento:

Posta un commento