Seguimi sui Social

Lettori fissi

domenica 30 settembre 2018

LA CONCHIGLIA DA AMULETO A BIJOU: dal primo ornamento della storia ad oggi


Fantasia di conchiglie, composta da bijoux lavorati in modi diversi e mostrati singolarmente nelle prossime foto.



Conchiglia
M’hanno portato una conchiglia.
Dentro le canta
un mare di mappa.
Il cuore
mi si riempie d’acqua
con pesciolini
d’ombra e d’argento.
M’hanno portato una conchiglia.
(Federico Garcia Lorca)

Collana artigianale in acciaio e conchiglie di varie specie con lamina dorata. Di “La Pulce Estrosa”. — con Barbara La Pulce e La pulce estrosa bijoux



Alcune collane artigianali con conchiglie bagnate in argento oppure oro, di “I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare

Settembre è in qualche modo per tutti noi il vero inizio dell’anno. L’estate di fatto non è finita, il clima è tiepido e si possono ancora sfruttare le belle giornate per tutte le attività estive, ma al di là dell’eventuale tempo libero, lo stato d’animo non è più vacanziero come prima: le città si ripopolano a scapito delle località di mare e di villeggiatura che si svuotano, riaprono gli uffici, ricominciano le scuole, riprendono i corsi, gli esami universitari e tutte le solite attività, e non riusciamo più ad ignorare la voce delle responsabilità che per qualche settimana abbiamo silenziato nella nostra mente.


Se vi sentite anche voi così nostalgici, state leggendo l’articolo giusto per ricordarvi che è ancora estate, perché vi parlerò di un oggetto che sta andando di gran moda: il bijoux di conchiglie.

Nel mio collage: alcune collane di conchiglie della sfilata di Prada, che le ha rilanciate con la Collezione Autunno-Inverno 2017-2018. Foto di Vogue. — conPrada (www.prada.com) e Vogue Italia


I bijoux di conchiglie cipree andati di moda quest’anno, creati artigianalmente da Annalù Creazioni e personalizzati tramite l’aggiunta delle palline in acciaio dorato e due palline di pasta di turchese nel caso degli orecchini. Chiusura tramite moschettone in acciaio dorato, tranne quella degli orecchini che è in argento dorato. — con Anna Anna Terracciano e Annalù creazioni (www.annalucreazioni.it)



Non è però il ritorno della moda che mi ha spinta a parlarvi di questo argomento, ma il mio personale amore per i bijoux di conchiglie, che ho sempre comprato e indossato, e che per me sono sempre stati di moda. Fantasticavo su questo articolo quando ancora il blog che state leggendo era solo un desiderio nella mia mente. Non c’entra Chiara Ferragni, a cui tra l’altro è stata indebitamente attribuita questa moda, ripresa dagli anni ’70 e riproposta da Prada nella collezione Autunno – Inverno 2017 - 2018. Lo dimostra il fatto che quando ancora non c’era stata l’invasione delle collane che abbiamo visto ovunque, io avevo già anticipato l’articolo con una foto in cui indossavo solo bijoux di conchiglie per un concerto col coro in riva al mare. Tra l’altro la moda di quest’ estate prevede un solo modello di collana, declinata anche a bracciale o cavigliera: il collarino stretto al collo (anche detto “choker”) con la fila di conchigliette bianche della specie “ciprea mediterranea” . Un po’ riduttivo forse, date le tantissime categorie esistenti, e a me non è mai piaciuto omologarmi, perché ho sempre preferito distinguermi con qualcosa di particolare, che si abbinasse alla mia personalità. Così, accanto a quelle tornate di moda, che sono carine e non sarebbe stato giusto escludere, a volte proposte anche in versioni più originali, troverete dei monili diversi o con conchiglie diverse. Dopo essermi divertita per anni a scegliere quelle più originali per me, oggi sono felice di mostrarvi i risultati della mia ricerca, augurandomi che ciò che accogliete della moda sia sempre una scelta, filtrata poi dal vostro gusto e mai presa per buono a priori.


Conchiglie lavorate artigianalmente con le perline, di Arakne Art. — con Arakne Art (www.arakneart.it)


La conchiglia è un capolavoro della natura che custodisce il fascino degli abissi. Può avere molte forme ma nasce come struttura biologica rigida per proteggere esternamente e sostenere gli animali invertebrati. È composta da carbonato di calcio, (la sostanza di cui è fatto il marmo) ed è creata dai molluschi che la abitano prelevando il calcio dall’acqua e la terra e filtrandolo fino a trasformarlo in cristalli, che strato dopo strato formano il guscio. Forma e colore variano in base alla specie di mollusco che le produce: la forma dipende da come il mollusco mette insieme i cristalli di calcio, mentre il colore è determinato dal cibo di cui si nutre e dalla luce che riceve. È possibile risalire all’età della conchiglia contando tutti i suoi strati. Il più esterno è il più vecchio e il più interno il più giovane.

Diverse varietà di conchiglie lavorate artigianalmente e bagnate in oro. Di “I Gioielli Del Mare” — con I Gioielli Del Mare


Nel corso dei secoli questa preziosa creazione della natura è stata utilizzata in tanti modi dalle popolazioni della Terra: se ne sono ricavati gioielli, strumenti, armi e addirittura sono state monete.

Sei delle tredici conchiglie che hanno composto la prima collana della storia. Sono della specie Nassarius Kraussianus. Il foro nel guscio permetteva di unirle in una collana. Foto dal web.


La conchiglia è anche il primissimo ornamento umano mai rinvenuto. In Africa infatti un gruppo di scienziati ha trovato una serie di tredici conchiglie della specie Nassarius Kraussianus, quasi tutte con guscio forato, dove passava il filo che le teneva insieme. Alcune avevano ancora una traccia del pigmento rosso col quale erano state decorate, dopo essere state raccolte negli estuari dei fiumi vicini e selezionate in base a forma e colore. Risalgono a un periodo compreso tra 82 e 75 milioni di anni fa e sono i gioielli più antichi al mondo, circa 30 milioni di anni prima dell’uomo di Neanderthal, che non sembra usasse ancora ornamenti. Sono state trovate anche in siti di sepoltura paleolitici dell’epoca dell’uomo di Cro-Magnon. Trovo significativo che già dalla preistoria i gioielli, anche quelli di conchiglie, fossero utilizzati a livello simbolico per distinguere ed indentificare con esattezza i ceti sociali.

Due bracciali composti da conchiglie cipree tenute insieme da filo di cotone, bianco o nero. Di “Panta Rei”. — con Panta Rei


Il significato simbolico riguarda anche la conchiglia stessa. In particolare la conchiglia ciprea, a causa della sua forma, si presta a due interpretazioni simboliche, che approfondiremo a breve: un occhio umano, e per questo a volte veniva posta nell’orbita oculare dei morti in sostituzione degli occhi, perché gli fornisse la vista nell’aldilà, e una vulva, “porta femminile della vita”, simbolo sacro di femminilità e fertilità ma anche profano di organo genitale femminile e lussuria. Di seguito vi elencherò degli utilizzi che ne fanno o ne hanno fatto alcuni popoli del mondo.

Immagine superiore: La nascita di Venere da una conchiglia, rappresentata in un antico affresco di Pompei. Immagine dal web.

Immagine inferiore: “Nascita di Venere” di Botticelli. Anche in questo caso la dea sorge da una conchiglia. Immagine dal web. — con Sandro Botticelli - Un Artista, mille emozioni



Nei miti dei greci e romani, la conchiglia è un simbolo di prosperità, rinascita e fertilità. È anche il luogo di nascita della dea Afrodite o Venere, che nella mitologia è la dea dell’amore e della fertilità e viene creata dalla schiuma portata a riva sulla cima di una conchiglia. Una delle prime rappresentazioni di questa scena è in un affresco di Pompei del I secolo a.C. mentre è molto più conosciuto il
dipinto “La Nascita Di Venere” di Botticelli, in cui la dea è rappresentata in piedi proprio dentro una conchiglia.



Foto di sinistra: Pala di Montefeltro, dipinta da Piero Della Francesca. Immagine dal web.

Foto di destra: particolare del dipinto “Adorazione dei pastori e Battesimo di Cristo”, di El Greco. Immagine dal web. — con Piero della Francesca


La storia dell’arte è piena di architetti ed altri artisti che utilizzarono le conchiglie per il loro vasto potere simbolico. Un altro esempio è il grande Piero Della Francesca, che nella Pala di Montefeltro dipinge una Madonna con bambino dormiente sulle ginocchia e alle spalle una gigantesca conchiglia perfettamente inserita nella struttura architettonica e prospettica dell’opera come elemento decorativo.



Foto superiore: “Cena di Emmaus” di Caravaggio. Immagine dal web.

Foto inferiore: ”Sileno Ebbro” di Ribera. Immagine dal web. — con Caravaggio e Jusepe de Ribera




È stata utilizzata come simbolo di salvezza dopo la purificazione e rinascita dopo il peccato e il pentimento da artisti come El Greco e Murillo, che quando dipinge “Il battesimo di Cristo” lascia cadere l’acqua sulla sua testa da una conchiglia. Caravaggio la rappresenta come ciondolo appeso al petto di un commensale in ”Cena di Emmaus” per indicare il riconoscimento della resurrezione di Cristo e la rinnovata speranza dopo la sofferenza.


Foto a sinistra: “Diego e Frida”, o “doppio Ritratto Di Diego E Me” di Frida Kahlo. Immagine dal web.

Foto superiore di destra: “La conchiglia” di Odilon Redon. Immagine dal web.

Foto inferiore di destra: Conchiglia su tela, di Dalì. Immagine dal web. — con Frida Kahlo e Salvador Dalí




Per i pittori fiamminghi del 1600 cambia significato, e simboleggia la vacuità e il senso precario dell’esistenza, qualcosa di inutile, che ha solo l’involucro ed è privo di sostanza, e che ricorda all’uomo la sua fragilità. Nel 1700 diventano il simbolo della varietà e bellezza della natura, da ammirare per la sua esteriorità, o anche della conoscenza superiore, esoterica, che apre le porte di un mondo celato ai più, come nel caso del “Sileno Ebbro” di Jusepe De Ribera, che rappresenta il vecchio filosofo Sileno, che prendeva la sua saggezza dal vino bevuto dalle conchiglie, giacente nudo a terra con una conchiglia in mano come una coppa. Nel suo caso, l’accesso ad una conoscenza superiore era dato dall’ebbrezza.


Foto superiore: “Marina con conchiglie”, di Filippo De Pisis. Immagine dal web.

Foto inferiore: conchiglie, di Filippo De Pisis. Immagine dal web. — con Filippo de Pisis


Anche artisti come Redon, Picasso, Dalì, De Chirico, Frida Kahlo e De Pisis hanno rappresentato conchiglie nelle loro opere, sempre rinnovandone la simbologia attraverso la propria personalità artistica.
Ad oggi sembra che ne stiano prendendo ispirazione maggiormente gli architetti che disegnano opere pubbliche quali stadi, teatri o palazzi.



Foto superiore: Fonte battesimale a forma di conchiglia. Immagine dal web.

Foto inferiore a sinistra: San Rocco rappresentato da Bernardo Strozzi. Immagine dal web.

Foto inferiore a destra: conchiglia simbolo del cammino di Santiago — con Bernardo Strozzi eCammino Di Santiago - Emozioni



Nel mondo latino la parola “pecten” indica sia l’organo riproduttivo femminile e sia la conchiglia, a sottolineare il suo legame con la vita e la fecondità, mentre nell’arte romana simboleggia la rinascita e la purificazione spirituale legata al battesimo e al pellegrinaggio. Per questo fonti battesimali, acquasantiere e oggetti legati ai riti di purificazione hanno spesso la forma di conchiglia, elemento raccolto ed utilizzato come ciotola per bere, a rappresentare la semplicità del poco di cui gli esseri viventi hanno bisogno. Nella tradizione cristiana è associata alla figura della Vergine e attribuita a santi come San Rocco.


Cavigliere con palline e conchiglie fu filo. Di “Panta Rei”. — con Panta Rei


Gli africani le utilizzano anche per i rituali e come forma primitiva di moneta specialmente negli scambi con gli indiani. Come è già stato detto la conchiglia ciprea è uno degli amuleti più antichi e data la forma ricorda i genitali femminili e la similitudine con la nascita, poichè è in grado di contenere un essere vivente ed accompagnarlo nella sua crescita. In varie parti del mondo infatti, tra cui Nigeria, Giappone e sud Italia, alcune ragazze la indossano come amuleto contro l’infertilità e le malattie veneree. Le partorienti anticamente legavano una conchiglia alla gonna o la stringevano tra le mani durante il travaglio per favorire il parto.



Braccialetti con perline di legno o plastica e conchiglie. Topino soprammobile realizzato con l’unione di più conchiglie. Di “I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare


Essendo dono dell’oceano dotato di poteri soprannaturali, era usata da sciamani e sacerdoti per portare pioggia, salute e benessere, fertilità, raccolti abbondanti o per cacciare i nemici.
Nelle isole Figi i monili di conchiglie erano segno distintivo di dignità riservate al capo villaggio e passate di generazione in generazione. Anche in Zaire erano considerate simbolo di regalità.


Foto a sinistra: collarino di conchiglie bianche.

Foto a destra collarino di conchiglie bianche e con lamina dorata, entrambi da chiudere con il nodo. Di “Cogli L’Attimo” — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo


Sulle isole di Salomone venivano attaccate alle canoe da guerra per infondere loro potere e protezione.
In Cina erano considerate una garanzia della continuazione della vita e cibo per i morti nell’aldilà.
Secondo gli egiziani, l’attività del collezionare conchiglie era in grado di sospendere il tempo agli occhi degli dei, che non tenevano conto del tempo della vita spesa in questo modo. Le consideravano anch’essi simbolo di fertilità, ma anche amuleto di protezione contro “L’occhio del diavolo” e le forze demoniache, perché come ho accennato la forma di alcune ricorda anche un occhio mezzo aperto circondato da ciglia.



Bracciali e cavigliere di conchiglie cipree e filo di cotone. Di “I & M”. — con I&M di Ilaria


Nella medicina tibetana vengono considerate curative nel trattamento dei tumori maligni o benigni di vario tipo.
A Pompei vennero trovate conchiglie per decorare le statue delle divinità.
La conchiglia è anche il simbolo di San Giacomo e del pellegrinaggio a lui ispirato, (conosciuto come “Il cammino di Santiago”), uno dei cammini cristiani più importanti in epoca medievale, quindi spesso i pellegrini la portavano nei cappelli o nei vestiti.



Collana composta da tre catene di metallo e conchiglie cipree pendenti. Di “I & M”. — con I&M di Ilaria


 Le conchiglie ed i pellegrini riguardano anche un divertente aneddoto di Voltaire, esponente dell’Illuminismo, nemico della Chiesa e cultore della ragione. Furono infatti trovate su delle cime alpine delle conchiglie fossili, considerate una prova della veridicità del racconto del diluvio universale. Pur di negare questa possibilità, il filosofo affermò clamorosamente che fossero state lasciate cadere lì dai pellegrini ed i crociati nel corso dei secoli.
La conchiglia diffusa nelle zone di religione Buddista e Indù è a spirale: nel Buddismo simboleggia la voce di Buddha ed è uno degli otto simboli della fortuna e augurio di viaggio felice, per gli Indù è sacra a Visnù e simboleggia il richiamo che risveglia dall’ignoranza. Come amuleto protegge dalla miseria e povertà e porta fortuna riguardo oratoria e apprendimento.


Orecchini con conchiglie bordate con lamina dorata e gancio martellato in ottone. Di “La Pulce Estrosa”.— con Barbara La Pulce e La pulce estrosa bijoux




Cavigliere di conchiglie cipree e filo di cotone, modello baciapiede. Di “Cogli L’Attimo”. — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo




Orecchini a cerchio di argento dorato con charms pendenti intercambiabili. Corno portafortuna in argento smaltato e conchiglia ciprea. Di “I Gioielli Del Mare” . — con I Gioielli Del Mare




Era considerata pietra preziosa dalle culture indoamericane, simbolo di fertilità  e rigenerazione della vita. Nella civiltà mesoamericana, erano ritenute elementi magici insieme alle perle, perchè provenivano dall’acqua, fluido essenziale per la vita. Erano simboli del potere soprannaturale, come le pietre verdi turchese e giada, e venivano indossate insieme a piume di uccelli esotici. Abbinate al turchese erano utilizzate nei pettorali, bracciali, orecchini e pendenti, cucite sui vestiti o appese ai bordi e usate per i rituali magici. Gli Atzechi chiamarono il dio della luna “Quello della conchiglia”, perché era signore delle acque e presiedeva alla nascita della vegetazione e a tutti i tipi di fecondità.


Esempio di oggetti di uso comune ricavati dalle conchiglie. Posate decorate con manico in madreperla. Di “I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare


L’uso delle conchiglie si diffuse in tutta l’America, anche per la creazione di oggetti di uso comune. Dalla conchiglia traggono origine tre dei materiali più lavorati nella gioielleria di tutti i tempi: la madreperla (anche detta “nacre”), la perla e l’ammolite, una sostanza composta da gusci di fossili di aragonite, ma di queste, degli opercoli e della lavorazione dei cammei, parleremo in altri articoli dedicati.



Collarino di conchiglie originali degli anni ’90, praticamente identico a quelli di quest’anno. Le conchiglie sono intervallate dai nodi del filo di cotone.


Collarino di conchiglie originali degli anni ’90, praticamente identico a quelli di quest’anno. Le conchiglie sono intervallate da delle palline di legno incise. — con Ramona Leoni


Dopo aver attraversato la storia in ogni parte del mondo, le conchiglie sono diventate una moda hippie negli anni ’70, per poi essere riproposte negli anni ’90, con il choker composto dal filo di cotone intrecciato alle cipree mediterranee, (lo stesso tornato di moda oggi) ed ora nella collezione Autunno – Inverno 2017 - 2018 di Prada, con delle maxi collane di conchiglie con legni, piume e pietre naturali , come simbolo di origini lontane e ricordi ed esperienze a stretto contatto con la natura.



Bracciali elastici di conchiglie infilate a mano, che ricordano quelli che facevamo da bambini. Di “Betty Moda Mare”. — con BettyModaMare


Sarò di parte perché le trovo affascinanti, ma come si fa a non desiderare di indossare una conchiglia? Da bambini siamo andati tutti a caccia di conchiglie almeno qualche volta. Io quando passeggiavo per il bagnasciuga con mia madre cercavo quelle già bucate per infilarle in qualche filo da cucito e ricavarne una collanina. Profumano di mare, infanzia e ricordi, e questo le rende romantiche. Ci si può ritrovare il rumore del mare, o i più scientifici possono ammirare una splendida architettura della natura. In più sono facilmente reperibili, ecologiche, economiche, semplici da indossare, versatili, etniche, bohemian, hippie. Si adattano perfettamente ai look casual, ai vestiti colorati, e a qualsiasi outfit estivo e non solo, e quelle più sofisticate anche a quelli eleganti. Esistono in tantissime varianti, dai semplici choker alle collane lunghe con le conchiglie pendenti,  da minimal, leggere e delicate a più impegnative, con vari fili sovrapposti, da quelle più semplici a quelle più elaborate e cariche, impreziosite da dorature, pietre, nappe e cristalli e chi più ne ha più ne metta, libero  spazio alla creatività e all’artigianalità. Ed ecco che la conchiglia diventa elemento neutro nelle mani di chi la lavora, che la può rendere più o meno fantasiosa, originale e preziosa in base alla scelta del metallo e degli altri materiali. Tanti grandi nomi della moda, ma anche catene di negozi low coast e artigiani di tutti i livelli si sono sbizzarriti nel trovare il giusto stile e il giusto supporto che permettano di indossarle, ed io continuo a mostrarvi la mia carrellata, spero rappresentativa di tutto!

Non vi dimenticate di farmi sapere nei commenti le vostre opinioni! Il mio articolo ha aggiunto nuove informazioni alle vostre nozioni?  I bijoux di conchiglie sono di vostro gradimento? Se li indossate, quali avete scelto? Vi piacciono i bijoux che ho scelto per le foto realizzate apposta per voi?


Vi do una piccola anticipazione: ci sarà anche una galleria di foto con tutti bijoux di conchiglie indossati! Non perdetevela e restate connessi! 




Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie, “Albus Lumen X Ryan Storer”. Foto di Vogue. — conVogue ItaliaRyan Storer e Albus Lumen




Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie, “Ellery”. Foto di Vogue. — con Vogue Italia e Ellery,




Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie, “Isabel Marant”. Foto di Vogue. — con Vogue Italia e ISABEL MARANT




Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie, “Rebecca De Ravenel”. Foto di Vogue. — con Rebecca de Ravenel e Vogue Italia



Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie, “Tohum Concha” e “Tohum”. Foto di Vogue. — con Vogue Italia




Nel mio collage: gioielli d’autore con le conchiglie. Pendente in oro dipinto a mano a sinistra di Aurelie Bidermann, Collana al centro di Pebble London, bracciali di Dana Levy e pendente a destra di Pascale Monvoisin. Foto di Vogue. — con Aurélie BidermannPebble LondonVogue Italia e Bijoux Pascale Monvoisin




Collana artigianale “Mare” in argento 925 placcato oro, creata da “Thya Bijoux”. Ecco come la racconta lei stessa

“La collana Mare nasce per celebrare il mare e le sue bellezze. Ha una base in argento placcato oro, piccola catenina rollò in argento 925. Appese ci sono tanti piccoli elementi raccolti in spiaggia e nel mare. Piccole conchiglie, piccole cozze, spugnette e altri piccoli elementi che purtroppo si troavno nei nostri mari come vetrini e piccole pezzetti di plastica. Aggiungo petali di panzè e piccole parti di lichene essicati e laminati. I licheni anticamente erano alghe che si sono poi adattate a vivere senz'acqua. Le ho inserite istintivamente pensando al loro aspetto così tremendamente marino e poi scoperto la loro storia. È un gioiello molto elegante, brillante e pieno di luce. Ad arricchirlo piccole perline e coralli rosa e rossi.”
— con Thya Bijoux

Collana con conchiglie cipree alternate a palline di legno chiaro, punta di quarzo rosa e nappa finale. Della stessa serie esiste anche il portachiavi coordinato. Collana di “Cogli L’Attimo”, portachiavi di “I & M”. — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo eI&M di Ilaria




Orecchini con conchiglie miste, perle coltivate e pallina e gancio in argento.



Bracciali artigianali di conchiglia montati con nodo orefice su rame , di Arakneart. — con Arakne Art (www.arakneart.it)




Collana composta da tutti materiali naturali: pelle, legno e conchiglie.




Bracciale o cavigliera unisex con palline di pasta di turchese, ancora e distanziatori in metallo e chiusura in acciaio. Di “Annalù Creazioni”. — con Anna Anna Terracciano e Annalù creazioni (www.annalucreazioni.it).




Parure artigianale composta da collana ed orecchini con elemento in argento a forma di rametto di corallo, pallina di pasta di turchese e conchiglia ciprea. Di “I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare




Conchiglia lavorata con il filo d’argento e la tecnica wire, applicazione di perla grigia e cristallini Swaroski lilla . Di “Arakne Art”. — con Arakne Art eSwarovski elements (www.arakneart.it)




Bracciale di conchiglia. Di “I Gioielli Del Mare” — con I Gioielli Del Mare




Collana artigianale con conchiglie di varie forme e dimensioni, palline colorate in legno e strass da cucito. Di “Elle Incantesimi” — con Elle Incantesimi




Paure artigianale composta da collana con conchiglie cipree e centrale più grande ed orecchini coordinati. Di “Annalù Creazioni” — con Anna Anna Terracciano e Annalù creazioni (www.annalucreazioni.it)




Collana artigianale in argento dorato con conchiglia ciprea e frammenti di corallo. Di “I Gioielli Del Mare”— con I Gioielli Del Mare




Orecchini con conchiglie, perle, corallini e cristallini con il gancio martellato o lavorato in ottone. Di “Annalù Creazioni”. — con Anna Anna Terracciano eAnnalù creazioni




Orecchini fantasia di metallo con mono orecchino al lobo con conchiglia ciprea. Di “I & M”. — con I&M di Ilaria



Collana in metallo e conchiglie cipree pendenti. Di “Cogli L’Attimo”. — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo




Bracciale composto da conchiglie e schegge di conchiglie miste tenute insieme da un filo elastico.




Ciondolo con una conchiglia ciprea incastonata in argento.


Bracciale con alternanza di conchiglie cipree e agate tinte.




Ciondolo con una conchiglia con lamina dorata.




Vari modelli di orecchini in argento e conchiglie di varie specie e perle o con lamina in argento. Di “I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare




Girocollo in argento con conchiglie di varie specie.




Collana di conchiglia con gancio in argento. Di "I Gioielli Del Mare". — con I Gioielli Del Mare


Bracciali con conchiglie cipree alternate a palline di legno e filo di cotone. Di “Cogli L’Attimo”. — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo




Bracciale con porzioni di conchiglie tenute insieme da filo elastico.


Anello composto da conchiglia forata.


Collana in metallo dorato e ciondolo conchiglia con lamina dorata. Di "Cogli L'Attimo". — con Cogli L'Attimo Accessori Circeo




Orecchini di conchiglie con lamina e gancio in argento. Di “ I Gioielli Del Mare”. — con I Gioielli Del Mare




Bracciale in metallo con conchiglie, ciondoli marini in metallo e resina e perle artificiali.


Collana con conchiglie miste e palline di plastica su filo di nylon.


Due bracciali con conchiglie cipree e palline di plastica su filo elastico.


Orecchini in argento con conchiglia ciprea pendente.


Bracciale con conchiglie cipree alternate ad elementi in plastica su filo elastico.


Ciondolo conchiglia con lamina argentata.


Ricordate di seguirmi sempre sul 

Blog di Giuwely Jewel 💎💍

(per restare aggiornati sui nuovi articoli cliccare su "Segui" ad inizio blog)

Giuwely Jewel






8 commenti:

  1. Wow! Mi hai descritto un mondo per lo più sconosciuto! Articolo davvero interessante e ben fatto!! Brava Giuwely!

    RispondiElimina
  2. Brava un argomento inusuale trattato in modo divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, mi impegno molto per proporre articoli originali e approfonditi e gallerie fotografiche stimolanti!

      Elimina
  3. Se stai cercando gioielli uomo oro in Italia, allora Luppino Gioielli Srls è una delle scelte migliori per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, io come vede sono una blogger di gioielli :) Se vi fa piacere posso proporvi una collaborazione!

      Elimina
  4. Ricordo di aver già letto queto articolo! Ma è sempre un piacere!!

    RispondiElimina
  5. Articolo veramente interessante, per migliorarlo potresti dedicare l'articolo sulle conchiglie su come vengono usate nella cristalloterapia.😁

    RispondiElimina